Rai 3

Rai 3 è il terzo canale televisivo della RAI, Radio Televisione Italiana. In questo articolo ripercorreremo in breve la sua storia e gli eventi più determinanti che l’hanno vista cambiare nel corso degli anni fino ad assumere l’impostazione odierna.

Storia di Rai 3

Rai 3, all’inizio chiamata Rete 3, è nata in seguito alla riforma della RAI avvenuta nel 1975, la stessa che diede autonomia a Rai 2. Dopo oltre un anno di sperimentazioni, Rai 3 iniziò le sue trasmissioni regolari soltanto il 15 dicembre 1979.  Il primo programma che andò in onda (successivamente alla trasmissione di presentazione del nuovo canale) fu il TG3. Allora, il TG3 aveva una sola edizione serale di 30 minuti ed era composto di 10 minuti di informazione nazionale e 20 minuti prodotti autonomamente dalle redazioni regionali e trasmesse quindi nel territorio di competenza.

Rete 3 quindi nasceva con l’obbiettivo di dare più spazio all’informazione locale.

Tra i primi programmi ad avere successo, oltre al TG regionale, vi erano il Processo del Lunedì (con Aldo Biscardi), durato sino al 1995 (per poi passare ad altre emittenti).

Ad ogni regione spettavano due mezze ore settimanali per diffondere programmi d’interesse locale realizzati autonomamente.

Rete 3 cambiò nome in Rai 3 quando venne inaugurata Rete 4, TV privata su scala nazionale lanciata dalla Fininvest di Silvio Berlusconi.

La riforma del 1987

Il 1987 fu un anno importante per Rai 3 poiché la nuova riforma la equiparò alle altre due reti TV, rendendola quindi indipendente. Il TG3 quindi divenne una testata pari a quella della prima e seconda rete, mentre l’informazione regionale (TG3 Regione) ottenne a sua volta una testata autonoma. In parole semplici: TG3 e TG3 Regione divennero due TG differenti. Ovviamente, ad ogni TG3 Regione veniva trasmesso in ogni singola specifica regione di competenza. Dal 1987 inoltre Rai 3 e il TG3 passò dal controllo della Democrazia Cristiana al Partito Comunista Italiano.

Programmi di spicco in questi anni divennero Telefono Giallo (con Corrado Augias) programma d’inchiesta sui gialli irrisolti della storia italiana (dal 1987 al 1992), Chi l’ha Visto?,  Blob.

Molto forte fu la presenza dei programmi di satira tra cui La V delle ragazze, Scusate l’interruzione, Avanzi, Maddecheaò, Tunnel. Sempre su Rai 3 nacquero il popolare Mi manda Lubrano (piccole e grandi truffe), Il Rosso e il Nero e poi Tempo Reale (di Michele Santoro), Quelli che… il calcio, Ultimo Minuto.

Rai 3 oggi

Oggi Rai 3 è un canale di tipo generalista, perciò è rivolto a più fasce d’età e con una programmazione improntata all’approfondimento giornalistico, alla cultura, oltre che all’informazione per le autonomie locali, così come fu già dall’inizio della sua storia.